Geopolitica

Geopolitica

Thomas Sankara: eroe rivoluzionario o dittatore?

Fin dalle sue origini, il comunismo ha teorizzato una società basata sull’uguaglianza materiale tra i cittadini. Fortemente critica del capitalismo, questa ideologia tenta di offrire una visione del mondo alternativa. La storia ha spesso giudicato il comunismo come inferiore qualitativamente alle economie di mercato. Unione Sovietica, Cuba e Jugoslavia rappresentano

Attualità, Geopolitica, Politica

Il confine fra Polonia e Bielorussia: il “lato oscuro” e la fragilità europea

Il “metodo Lukashenko” Dopo l’ultima elezione di Lukashenko in Bielorussia, poco più di un anno fa, ci sono state numerose proteste. La risposta del presidente è stata utilizzare le forze armate; questa, assieme ad altre azioni, lo ha reso noto all’opinione pubblica come uno dei presidenti più autoritari del continente.

Geopolitica, Politica

L’ombra di una nuova Rivoluzione Culturale

A partire da questo mese, tutte le scuole elementari cinesi inizieranno ad “insegnare” ai loro piccoli allievi l’ideologia del Presidente, ovvero il: “Pensiero di Xi Jinping sul socialismo con caratteristiche cinesi per una Nuova era”. Questa educazione, che altri definirebbero indottrinamento, ricorda fin troppo i lasciti di alcuni suoi illustri

Geopolitica, Politica

TIGRAY: STORIA ED EVOLUZIONE DI UN CONFLITTO SILENZIOSO

A seguito della presa del sito patrimonio dell’Unesco di Lalibela, l’informazione italiana sembra essersi improvvisamente (e quantomeno marginalmente) interessata alla guerra civile in atto nel Tigray tra le forze congiunte di Etiopia ed Eritrea e i ribelli del Fronte di Liberazione del Tigray, regione nel nord dell’Etiopia e confinante con

Geopolitica, Politica

Scacco al re: quando la politica ci aiuta a capire la geopolitica

Spesso si sente dire che l’economia è una materia troppo astratta e settoriale, che non ha altre applicazioni all’infuori delle analisi dell’equilibrio di mercato e dell’interpretazione delle politiche economiche dei diversi Stati e governi; una “scienza triste” come ebbe a dire Thomas Carlyle, che è poco spendibile sul piano dell’attualità